La Grande Bruttezza......

La Grande Bruttezza...... … e non è ai luoghi che ci riferiamo, anzi, quelli non necessitano presentazioni tanto meno pubblicità. Ci riferiamo all'organizzazione della quinta tappa del Campionato Nazionale Mototurismo. 


Una locandina accattivante prometteva percorsi dedicati e check-point mirati alla fruizione delle maggiori bellezze caratteristiche di questa zona. Di fatto una presenza quasi nulla ha presenziato le vari fasi del motoraduno, accoglienza pari a zero, assistenza sconosciuta. Forse vi è stata una malsana interpretazione del termine itinerante, riferito (nell'idea della federazione) alla libertà dei partecipanti di seguire percorsi in libertà basandosi su punti di riferimento indicati dall'organizzazione e non alla libertà di chi organizza di fregarsene di chi percorre migliaia di chilometri per essere presente al Motoraduno. Solo l'autonoma intraprendenza dei motociclisti ha permesso di poter ammirare le bellezze del lungo lago, di goderne della luccicante semplicità mista alla
sfarzosa varietà. Ma chiudiamo questa parte per dedicarci alla competizione: continua il monopolio del duo Alba – Centauromenium, questa volta vittoria della compagnine siciliana e piazza d'onore per quella piemontese accorsa in massa (42 partecipanti!!!!). Si invertono le parti confronto a Corigliano Calabro e continua una disputa che oramai sancisce due soli club a contendersi la vittoria finale.


Grande soddisfazione emerge dalle calssifiche: primato generale, nei conduttori e nelle conduttrici..... di bene in meglio!!! Appuntamento tra una settimana a Stia (FI) per visionare lo splendore del Casentino e dell'alta Val d'Arno e per vedere l'aggiornamento di questa sfida infinita.... infinita come l'amicizia!!!!
Pax et Bonum


Ufficio Stampa

Centauromenium

Centauromenium  – Alba: Monopolio Assoluto!!!! 

Centauromenium  – Alba: Monopolio Assoluto!!!! Si chiude domenica 05 giugno la quarta tappa del Campionato Nazionale Turismo, affermazione di tappa del Motoclub Alba che con 11 presenze e 364 punti ottengono il primato d'avanti all'armata Centauromenium, in quest'occasione penalizzata dal fattore di moltiplicazione e  piazzatasi seconda con 222 punti, nonostante le 18 presenza. Mantiene il primato in classifica generale il Motoclub Centauromenium, forte di 1371 punti d'avanti al Motoclub Alba con 1133. In un remake storico culturale vecchio di oltre 150 anni Piemonte Vs Sicilia.... Savoia Vs Borboni, in una competizione fatta di orgoglio e passione che mette in risalto la passione trasversale che unisce motociclisti da nord a sud. Ma veniamo al nocciolo della questione, sfruttando quest'opportunità di cronaca per decantare la bellezza di questo Motoraduno. Nell'affermata formula dell'itinerante, gli amici di Corigliano Calabro deliziano gli oltre 400 motociclisti con un Tour che tocca Rossano Calabro, dove si è visitato la Madonna del Patire, una splendida costruzione in pianta basilicale latino-normanna risalente all'anno 1095. secondo Check-Point a Cerchiara di Calabria nel Parco Nazionale del Pollino, luogo di incantevole bellezza e dall'inebriante profumo di Pane, prodotto tipico secondo un tradizionale e affascinante processo di produzione. 


Terzo atto del motoraduno è stata la visita al Castello Ducale di Corigliano Calabro, considerato (a ragione) uno dei castelli meglio conservati nel Meridione e in Italia. Suggestiva costruzione che nei suoi oltre 1000 anni storia ha vissuto le  gesta di personaggi chiave nella storia del meridione d’Italia. La scelta dei luoghi e la sapienza dell'organizzazione pone a mio parere questo Motoraduno come la massima incarnazione del Mototurismo, difficile riuscire a coinvolgere gli appassionati Bikers in un contesto storico architettonico migliore o più variegato. Tappa dopo tappa è tangibile l'impegno e la voglia che gli organizzatori infondono per porre le migliori condizioni di ospitalità agli amici che da tutto lo stivale accorrono. In  un crescendo di coinvolgente euforia  rimaniamo in attesa che le prossime tappa aggiornino la classifica della competizione e quella del personale gusto. 


Lo straordinario scorcio del Lago maggiore ospiterà la quinta tappa di Laveno Monbello, dove la competizione, apparentemente già chiusa a due soli contendenti lascerà alla possibilità di godere dell'ennesima meraviglia paesaggistica che il nostro territorio offre a chi ne vuol godere..... Ad Libitum!!! 



Ufficio stampa
Centauromenium

Centauromenium  – Alba: Monopolio Assoluto!!!! 

Centauromenium  – Alba: Monopolio Assoluto!!!! Si chiude domenica 05 giugno la quarta tappa del Campionato Nazionale Turismo, affermazione di tappa del Motoclub Alba che con 11 presenze e 364 punti ottengono il primato d'avanti all'armata Centauromenium, in quest'occasione penalizzata dal fattore di moltiplicazione e  piazzatasi seconda con 222 punti, nonostante le 18 presenza. Mantiene il primato in classifica generale il Motoclub Centauromenium, forte di 1371 punti d'avanti al Motoclub Alba con 1133. In un remake storico culturale vecchio di oltre 150 anni Piemonte Vs Sicilia.... Savoia Vs Borboni, in una competizione fatta di orgoglio e passione che mette in risalto la passione trasversale che unisce motociclisti da nord a sud. Ma veniamo al nocciolo della questione, sfruttando quest'opportunità di cronaca per decantare la bellezza di questo Motoraduno. Nell'affermata formula dell'itinerante, gli amici di Corigliano Calabro deliziano gli oltre 400 motociclisti con un Tour che tocca Rossano Calabro, dove si è visitato la Madonna del Patire, una splendida costruzione in pianta basilicale latino-normanna risalente all'anno 1095. secondo Check-Point a Cerchiara di Calabria nel Parco Nazionale del Pollino, luogo di incantevole bellezza e dall'inebriante profumo di Pane, prodotto tipico secondo un tradizionale e affascinante processo di produzione. 


Terzo atto del motoraduno è stata la visita al Castello Ducale di Corigliano Calabro, considerato (a ragione) uno dei castelli meglio conservati nel Meridione e in Italia. Suggestiva costruzione che nei suoi oltre 1000 anni storia ha vissuto le  gesta di personaggi chiave nella storia del meridione d’Italia. La scelta dei luoghi e la sapienza dell'organizzazione pone a mio parere questo Motoraduno come la massima incarnazione del Mototurismo, difficile riuscire a coinvolgere gli appassionati Bikers in un contesto storico architettonico migliore o più variegato. Tappa dopo tappa è tangibile l'impegno e la voglia che gli organizzatori infondono per porre le migliori condizioni di ospitalità agli amici che da tutto lo stivale accorrono. In  un crescendo di coinvolgente euforia  rimaniamo in attesa che le prossime tappa aggiornino la classifica della competizione e quella del personale gusto. 


Lo straordinario scorcio del Lago maggiore ospiterà la quinta tappa di Laveno Monbello, dove la competizione, apparentemente già chiusa a due soli contendenti lascerà alla possibilità di godere dell'ennesima meraviglia paesaggistica che il nostro territorio offre a chi ne vuol godere..... Ad Libitum!!! 



Ufficio stampa
Centauromenium